Free songs

POSIZIONAMENTO SEO

POSIZIONAMENTO SEO

Strategie di Web Marketing & posizionamento SEO

Cos’è il SEO? Molto spesso parlando con le persone, alla pronuncia della parola SEO l’espressione degli interlocutori cambia aspetto.

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization – Ottimizzazione per Motori di Ricerca.

L’ intento in questa sede non e’ quello di annoiare nessuno con i tecnicismi dei meccanismi degli algoritmi* di Google e altri motore di ricerca, va’ detto che un sito Web per poter essere “iscritto” negli innumerevoli Servers di Google, Bing, Yahoo etc… Prima di tutto deve poter essere ” letto e capito” dagli agenti Crawler quali Robot, Bolt, i quali si basano su determinati criteri – gli algoritmi appunto – per valutare se un sito ed il contenuto presente in esso è coerente con i loro parametri.

In una Web Agency  esiste una figura professionale che si occupa di organizzare queste informazioni diverse tra cliente e cliente, in quanto ogni settore merceologico è soggetto a diverse valutazioni, nel modo più coerente possibile considerando diversi fattori all’interno del sito Web. Tutto questo serve al fine che il sito venga INDICIZZATO nei primi posti (delle SERP Search Engine Results Page) sulla pagina dei risultati di ricerca.

Posizionamento SEO

L’ottimizzazione di un sito Web è un percorso articolato nel tempo. Quotidianamente vengono fatti degli “aggiustameti strutturali” ad ogni singola pagina del sito, affinche si riesca ad avere l’ottimizzazione necessaria il posizionamento in vetta alle classifiche dei risultati di ricerca. I tempi di reazione tra un intervento e la valutazione oggettiva visuale non è immediata, spesso ci vogliono giorni o settimane per poter valutare se una singola pagina è stata “vista” e reindicizzata dai motori di ricerca.

Oggi ci sono quasi più siti Web che individui sul pianeta!!! Quindi non stupiamoci se i tempi di reazione non sono istantanei…..

Più un sito è indicizzato, tanto più sarà visibile ai motori di ricerca. Ne va da se che un sito visibile tra i primi risultati, è probabile che riceva molti più “click” che un sito in 79°pagina…..!!!!!

  • Posizionarsi tra i primissimi risultati é critico per ottenere visibilità.
  • Posizionarsi in cima ai risultati non solo consente di ottenere maggior traffico, ma crea fiducia nei consumatori sul valore e sull’importanza relativa della società/sito.
  • Molta attività economica offline é guidata dalle ricerche sul web

E’ importante che al fine dell’ottimizzazione, si inizi da una approfondita analisi del sito, stabilire i tempi ed i modi delle modifiche, e raggiunto l’obiettivo del posizionamento, si continui con il mantenimento dei risultati ottenuti.

Il posizionamento SEO è opera di Agenzie SEO o professionisti ed Esperti SEO.

Non lasciatevi ingannare da parolone e da promesse che non arriveranno mai ad opera di avventori, chiedete loro di mostrarvi praticamente degli esempi On-Line delle loro capacità. E sopra tutto se qualcuno vi propone un posizionamento SEO quasi gratis, DIFFIDATE in maniera assoluta. Il posizionamento spesso impiega Agenzie e professionisti per mesi, e se non costa, allora è perchè non vale.

wordpress magento typo3 e-motivecommunication_google

 

L’ALGORITMO DEL PAGE-RANK DI GOOGLE

L’algoritmo completo per il calcolo del PageRank fa ricorso all’uso della teoria dei processi di Markov ed è classificato nella categoria degli algoritmi di Link Analysis Ranking. Dalla formula inizialmente sviluppata dai fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page, è possibile comprendere come il PageRank viene distribuito tra le pagine:

PR[A]=\frac{1 - d}{N} + d\left (\sum_{k=1}^n \frac{PR[P_k]}{C[P_k]}\right )

Dove:

  • PR[A] è il valore di PageRank della pagina A che vogliamo calcolare.
  • N è il numero totale di pagine note.
  • n è il numero di pagine che contengono almeno un link verso A. Pk rappresenta ognuna di tali pagine.
  • PR[Pk] sono i valori di PageRank di ogni pagina Pk.
  • C[Pk] sono il numero complessivo di link contenuti nella pagina che offre il link.
  • d (damping factor) è un fattore deciso da Google e che nella documentazione originale assume valore 0,85. Può essere aggiustato da Google per decidere la percentuale di PageRank che deve transitare da una pagina all’altra e il valore di PageRank minimo attribuito ad ogni pagina in archivio.

Dalla formula si nota quindi che all’aumentare del numero di link complessivi dei siti che puntano ad A il PageRank aumenta.